Responsabile sito Dott. Giuseppe Montefrancesco

Strada delle Scotte, 6
53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

SEGUICI SU

Eiaculazione Ritardata

La caratteristica distintiva dell’eiaculazione ritardata è un marcato ritardo o l’ incapacità di raggiungere l’eiaculazione. L’uomo riferisce difficoltà o incapacità di eiaculare nonostante una stimolazione sessuale e un desiderio di eiaculare adeguati. In genere, i problemi riportati riguardano i rapporti sessuali. Solitamente la coppia riferisce tentativi prolungati di raggiungere l’orgasmo fino ad arrivare allo sfinimento o all’accusare dolore ai genitali e sospendere così ogni tentativo. Alcuni uomini possono riferire di evitare l’attività sessuale a causa di una difficoltà costante di eiaculare. Alcune persone possono riferire di sentirsi meno attraenti sessualmente perché il partner non può eiaculare con facilità.
L’eiaculazione ritardata può essere permanente/acquisita e generalizzata/situazionale.

Per la valutazione e la diagnosi di tale disturbo devono essere considerati i seguenti fattori.

  1. Fattori riguardanti il partner (problemi sessuali del partner, stato di salute del partner).
  2. Fattori relazionali (scarsa comunicazione, differenze di desiderio nell’attività sessuale).
  3. Fattori di vulnerabilità individuale (immagine corporea insoddisfacente, anamnesi di abuso sessuale).
  4. Fattori culturali o religiosi (inibizioni correlate a divieti riguardanti l’attività sessuale o il piacere; atteggiamenti verso la sessualità).
  5. Fattori medici rilevanti per la prognosi, il decorso o il trattamento.

Ognuno di questi fattori può contribuire alla manifestazione dei sintomi in maniera diversa in uomini diversi con questo disturbo.

Cause

Una volta escluse presunte cause organiche, possiamo ipotizzare per la genesi del Disturbo fattori psicologici.

Si elencano di seguito i principali fattori che possono essere implicati nel Disturbo:

  • Ansia da prestazione” : l’uomo si appresta al rapporto sessuale con la paura di non essere all’altezza, di non riuscire a soddisfare la partner.
  • fobia per lo sperma: anche se in questo caso si tratterebbe di un disturbo da avversione sessuale;
  • problemi di coppia: il problema può presentarsi quando la coppia decide di avere rapporti sessuali mirati al concepimento.

Trattamento

Generalmente la terapia prevede l’impegno di entrambi i partner. Gli Autori, sono d’accordo nell’affermare che l’eiaculazione provocata dalla partner, in qualunque modo, sia un traguardo essenziale nel trattamento dell’eiaculazione ritardata. La terapia comprende interventi volti a ridurre l’ansia, assieme ad un graduale aumento delle fonti di stimolazione fisica. Nello specifico, la masturbazione deve essere eseguita dal solo partener, fino a raggiungere l’orgasmo, successivamente interviene la compagna che stimola il partner manualmente. Gli ultimi passi consistono in una combinazione di stimolazioni manuali e vaginali, dove l’uomo segnala alla partner il momento in cui sta per raggiungere l’eiaculazione, in modo che lei possa interrompere la stimolazione manuale e lui raggiungere l’orgasmo mediante le sole spinte del pene. Il lavoro condotto su entrambi i partner permette di avvicinarsi con gradualità verso l’eiaculazione in vagina, eliminando gradualmente la stimolazione manuale.


Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Icons made by Freepik, OCHA, Puppets from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Vai alla barra degli strumenti