Responsabile sito Dott. Giuseppe Montefrancesco

Strada delle Scotte, 6
53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

SEGUICI SU

Dipendenza da Cyber-relazioni e da Cyber-sesso

Cyber -relazioni

In questo tipo di dipendenza si ha una forte spinta a stabilire relazioni di amicizia tramite e mail, chat room, a scapito o comunque in sostituzione di relazioni reali. Solitamente si tende ad investire l’altro di aspetti fantasmatici, fantasticherie, proiezioni personali che contribuiscono a costruire un’immagine molto idealizzata del partner che risponde a sentimenti di gemellarità, specularità, piuttosto che ad un piano di realtà.
Il sapere di essere apprezzati da una persona sconosciuta (e quindi inevitabilmente idealizzata), alimenta il senso di gratificazione e di piacere, inducendo a ricambiare sentimenti positivi e motivando, in questo modo, l’altro a ricambiare a sua volta con maggior interesse e con maggior affetto.
La rapidità e l’intensità con cui si creano le relazioni sul web, trova ben poche analogie con la vita reale, permettendo di costruire rapporti disinibiti e profondi, molto intimi anche dopo qualche battuta sulla chat. Spesso le relazioni telematiche sono destinate a restare tali, il timore del confronto, del rifiuto, della possibile differenza tra immagine reale ed idealizzata, frenano l’incontro con l’altro.

Cyber sesso

Con tale tipo di dipendenza si indica la ricerca di materiale pornografico in rete (immagini, giochi, film) che può essere collezionato o scambiato con altri, sia relazioni erotiche tramite posta elettronica o chat rooms.  L’elemento centrale che distingue il consumo di sesso virtuale dalla pornografia è l’interattività. Il Cybersesso permette infatti la possibilità di interagire in tempo reale con lo scenario erotico e/o di condividere le proprie fantasie ed attività sessuali con interlocutori anonimi, per mezzo di messaggi e di filmati.
Il sesso virtuale è un’esperienza che coinvolge la stragrande maggioranza dei soggetti (dunque non solo individui con problematiche relazionali) che si rivolgono verso questa nuova esperienza con un atteggiamento di tipo ludico e sperimentale, legato ancora una volta alla ricerca ed al consumo di sensazioni forti.
In un Convegno dal titolo “Cybersex: forme attuali di dipendenza sessuale” svoltosi a Roma il 14 ottobre 2009 presso l’Istituto di Sessuologia Clinica, relativo alle odierne forme di dipendenza è emerso che circa l’8% degli italiani preferisce avere relazioni sul web e solamente alcuni desiderano incontrare i partner al di fuori della chat.

Generalmente l’utente presenta il seguente profilo:

  • maschio eterosessuale per il 76%;
  • età compresa tra i 33 ed i 55 anni;
  • sposato nel 60% dei casi e separato nel 13%;
  • trascorre assiduamente davanti al PC dalle 11 alle 35 ore a settimana.

Nella stragrande maggioranza i comportamenti tecnomediati evolvono progressivamente verso un coinvolgimento sempre più intenso sino a sfociare verso vere e proprie forme d’abuso e di dipendenza. Gli intensi sentimenti di vergogna, inadeguatezza e colpa che ne derivano tendono ad incentivare, anziché scoraggiare il consumo di sesso virtuale.


Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Icons made by Freepik, OCHA, Puppets from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Vai alla barra degli strumenti