Responsabile sito Dott. Giuseppe Montefrancesco

Strada delle Scotte, 6
53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

SEGUICI SU

Fantasie sessuali

Genericamente le fantasie sessuali sono pensieri, idee, immagini in grado di innescare una risposta di eccitazione.

Le fantasie sessuali possono anticipare e/o accompagnare l’atto sessuale e differiscono tra uomini e donne.

Quali fantasie sono più comuni e quali più atipiche tra uomini e donne?

Alcuni ricercatori dell’Università del Québec in Canada hanno valutato, attraverso la somministrazione di un questionario -il Wilson Sex Fantasy– le fantasie sessuali di uomini e donne in termini di intensità e di interesse.
Le fantasie sessuali sono state definite come “rare” se condivise da meno del 2,3% dei partecipanti, “insolite” se appartenenti al 15,9% e “tipiche” se condivise da circa l’84,1% dei soggetti.

Dai dati è emerso quanto segue.
Sono state definite rare le seguenti fantasie:

  • fare sesso con un animale;
  • fare sesso con un bambino di età inferiore ai 12 anni.

Nella descrizione delle fantasie “insolite” , uomini e donne hanno condiviso l’immaginario di urinare sul proprio partner oppure di farsi urinare. Specificatamente altre fantasie condivise dal genere femminile riguardavano l’essere costrette ad avere rapporti sessuali, il cross-dressing (travestirsi con abiti appartenenti al genere opposto) e l’avere rapporti sessuali con una prostituta e/o con una donna con un seno piccolo. Gli uomini hanno invece descritto fantasie sessuali dove avevano rapporti sessuali con due o più uomini.

Nelle fantasie descritte dai partecipanti come “tipiche”, le donne hanno condiviso maggiormente l’immaginario di una sessualità che lasciava spazio all’importanza della locazione dell’incontro ed alle emozioni. Gli uomini hanno invece espresso la fantasia di avere rapporti sessuali con due donne assieme, di ricevere sesso orale, di praticare sesso anale, di avere rapporti extra-coniugali.

Tra le altre fantasie riferite, quella di “essere dominati” è stata riportata frequentemente sia dalle donne che dagli uomini. Tuttavia, le donne hanno chiaramente specificato che non avrebbero mai voluto che queste si avverassero.
Dallo studio è emerso come generalmente gli uomini presentassero un numero maggiore di fantasie sessuali.

Quando le fantasie sessuali divengono patologiche?

Il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM IV-TR) indica con il termine “Parafilie” quella sotto-classe di disturbi sessuali dove le fantasie sessuali, per le caratteristiche di seguito descritte divengono patologiche.
L’esclusività, la compulsività e il coinvolgimento non consensuale del partner sono dunque elementi che distinguono una normale fantasia sessuale da una parafilia.
Il DSM IV-TR descrive come solitamente le parafilie si riferiscono a :

  1. oggetti o esseri viventi non umani;
  2. ricevere e/o infliggere un’autentica sofferenza fisica o morale (umiliazione) a se stessi o al proprio partner;
  3. bambini o altre persone non consenzienti.

All’interno del DSM IV-TR vengono trattate esplicitamente otto parafilie, fornendo i criteri diagnostici di seguito riportati.

Esibizionismo. Eccitamento sessuale (nel comportamento o in fantasia) derivante dal mostrare o esibire i propri genitali a un estraneo che non se l’aspetta e quindi in generale non è consenziente.

Feticismo. Eccitamento sessuale (nel comportamento o in fantasia) derivante da oggetti inanimati (es. scarpe femminili, biancheria femminile), che divengono oggetti di “venerazione”.
Frotteurismo. Eccitamento sessuale (nel comportamento o in fantasia) derivante dal toccare o strofinarsi contro una persona non consenziente; il termine deriva dal francese frotteur che significa strofinare appunto.

Pedofilia. Eccitamento sessuale (nel comportamento o in fantasia) derivante da attività sessuale con uno o più bambini prepuberi di non più di 13 anni. In questo caso il soggetto responsabile deve avere almeno 16 anni ed essere maggiore del bambino di almeno 5 anni.

Masochismo sessuale. Eccitamento sessuale (nel comportamento o in fantasia) derivante dall’atto reale e non simulato, di essere umiliato, picchiato, legato o fatto soffrire.

Sadismo sessuale. Eccitamento sessuale (nel comportamento o in fantasia) derivante da azioni, reali e non simulate, che includono sofferenza psicologica o fisica.

Feticismo da travestimento. Eccitamento sessuale (nel comportamento o in fantasia) derivante dal travestirsi con abiti dell’altro sesso da parte di un maschio eterosessuale.

Voyeurismo. Eccitamento sessuale (nel comportamento o in fantasia) derivante dall’osservare, non essendo visti, persone che sono nude o che si spogliano o che hanno rapporti sessuali.

 

Le fantasie sessuali rimangono una sfera molto privata ed intima della sessualità di ognuno di noi, dove le differenze legate al genere sottendono le diverse modalità di vivere i rapporti tra uomini e donne.


Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Icons made by Freepik, OCHA, Puppets from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Vai alla barra degli strumenti